Uniche e sorprendenti per la particolarità delle forme naturali che possono assumere, le perle barocche scaramazze sono sempre sulla cresta dell'onda nel mondo del gioiello italiano ed internazionale. I designer di gioielli le scelgono per le loro creazioni più audaci, la loro versatilità le rende perfette per qualsiasi tipo di lavorazione, dalle più importanti e costose a quelle più casual. Le perle barocche scaramazze accendono da sempre la fantasia dei creatori di gioielli che riescono a trovare strade inusuali ed esclusive grazie a questo tipo di gemma. Le perle barocche scaramazze celebrano l'imperfezione elevandola e soddisfano l'individualità di chi le indossa. Esse sono davvero perfette per chi ama mostrare la propria personalità attraverso i gioielli che indossa, per chi ama le asimmetrie e non si lega al conformismo delle mode passeggere.

Una perla barocca scaramazza è, per definizione, una perla naturale oppure coltivata a forma irregolare, astratta, non perfettamente classificabile tra le categorie usuali. Il termine barocca, derivante dal termine portoghese barroco che designava proprio questo tipo di perla e con il quale sarebbero poi stati identificati i virtuosismi e la maniera dell'arte barocca seicentesca. Queste perle possono avere una gamma di valutazioni molto ampia. Anche la gamma di lucentezza può variare molto, insieme al grado di irregolarità ed imperfezioni che possono assumere le perle barocche scaramazze.

Perle barocche South Sea Australia

Come si forma una perla barocca?

Le perle hanno origine nei molluschi, naturali e coltivati e, sebbene moltissimi tra questi possano produrle, solo alcuni sono in grado di generare perle che possono assurgere al rango di gemme. Quando in uno di questi molluschi entra, casualmente o volutamente, un corpo estraneo avviene una secrezione di carbonato di calcio che va a cristallizzarsi in qualità di aragonite ovvero madreperla. Quest'ultima avvolge letteralmente il corpo estraneo al fine di proteggere il mollusco dando il via al processo di formazione della perla vera e propria. Per la formazione delle perle sferiche questo processo avviene nei tessuti molli, dove questo embrione può svilupparsi e formarsi in modo simmetrico e regolare grazie all'assenza di resistenza. Nel caso delle perle barocche l'embrione va a formarsi a ridosso dei tessuti muscolari dove, una resistenza maggiore, fa sì che lo sviluppo della perla avvenga in modo difforme, asimmetrico, irregolare appunto. In pratica, le resistenze dei tessuti muscolari inducono questo embrione a svilupparsi in un modo peculiare ed adattivo. Questo processo è la causa delle forme caratteristiche delle perle barocche scaramazze che posseggono generalmente una lucentezza particolare e spesso maggiore rispetto alle perle sferiche. Questo grazie all'interazione ed alla rifrazione che la luce riesce ad avere con la superficie irregolare in fase di sviluppo della madreperla.

Quando i gioiellieri hanno cominciato ad usare le perle barocche scaramazze?

L'utilizzo delle perle barocche per la creazione di gioielli ha visto il suo momento aureo durante il periodo rinascimentale. In quel periodo storico gli artigiani hanno cominciato a guardare con interesse a questo tipo di perle, non più relegandole a prodotto quasi di scarto, bensì ponendole al centro del loro universo creativo. Pertanto, se inizialmente le perle barocche erano utilizzate per lo più per gioielli di valore non altissimo, con il tempo quelle più belle, grandi e particolari per forma, dimensioni e lucentezza iniziarono ad essere sempre più scelte lavorazioni d'elite, riservate a destinatari e committenti facoltosi che richiedevano gioielli esclusivi. Esclusività che le perle barocche scaramazze con la loro irregolare bellezza potevano decisamente garantire! Molto spesso, ad esempio, erano utilizzate per formare il corpo di figure umane e non, poi rifinite con oro, argento e pietre preziose e semipreziose. Bellissimo, a dimostrazione di tale filone creativo, è il celebre "The Canning Jewel", databile intorno alla metà dell'Ottocento, in cui una perla barocca scaramazza diventa il torso di una figura mitologica di uomo - pesce.

Quanti tipi di perle barocche ci sono?

La particolarità delle perle barocche scaramazze si esprime in molte forme diverse che possono essere raggruppate in varie categorie. Qui di seguito alcune tra le più utilizzate:

  • Le barocche prendono il nome dalla categoria generale e sono quelle che presentano una forma tondeggiante piena oppure allungata. Sono le più affascinanti ed utilizzate molto per orecchini e ciondoli, oltre che per splendide collane di perle barocche scaramazze.
  • le perle Potato hanno una forma letteralmente a patata, tondeggiante e sono caratterizzate in genere da una lucentezza accentuata e piacevole a vedersi.
  • Le perle Keshi hanno la caratteristica di non essersi formate attorno ad un nucleo e, pertanto, sono composte di sola madreperla. Il fatto di non avere nucleo ha come conseguenza che la gran parte delle perle Keshi sia irregolare e pertanto rientri nella classificazione tipica delle barocche, tra le quali risultano essere tra le più richieste ed apprezzate.
  • Le perle barocche scaramazze a chicco di riso, piccole e irregolari ricordano proprio il cereale più consumato al mondo. Le dimensioni e la particolare conformazione le rende particolarmente adatte per la creazione di collane a torchon oppure per creare generosi grappoli che completano ciondoli oppure orecchini. Nelle collezioni Cammeoshop spesso utilizziamo questo tipo di perle che riescono a imprimere a certe creazioni artigianali, specialmente collane con cammei, un movimento ed una dinamicità raffinata e delicata.
  • le perle barocche scaramazze Drop ovvero a goccia sono tra le più utilizzate, in special modo per la realizzazione di orecchini. La forma sferica allungata, meno irregolare e più simmetrica rispetto alle altre, le rende ideali per gioielli che ricercano uno stile più equilibrato pur non rinunciando alla particolarità della forma a fantasia. Molto scelte per la realizzazione di orecchini.
  • le perle barocche scaramazze a forma di moneta sono caratterizzate da una forma schiacciata e tondeggiante sul perimetro. La loro notevole lucentezza è molto apprezzata sia per la creazione di anelli che per la composizione di collane estrose, inusuali e molto glamour.

Per definire il valore delle perle barocche scaramazze entrano in gioco diversi fattori. In primo luogo va consideratala provenienza e l'origine. Le perle barocche scaramazze coltivate hanno una valutazione inferiore rispetto a quelle South Sea Australiane oppure di Tahiti. Al di là di questa prima distinzione altri fattori vanno a concorrere per stabilire il valore di una perla barocca scaramazza. Lucentezza, dimensioni (contano!), sfumature e forma sono tutti elementi che, considerati combinatamente, danno la misura del valore commerciale. Oltre a questi elementi, va poi a determinare il prezzo finale la preziosità dei materiali utilizzati per la realizzazione dei gioielli con perle barocche scaramazze e la qualità della manifattura artigianale.

I gioielli con perle barocche

Orecchini con perle barocche

Gli orecchini con perle barocche sono un vero must have della moda e ormai sono utilizzati davvero in tantissime combinazioni. La creatività degli artigiani e dei designer di gioielli si dispiega in estrose varianti quando si parla di orecchini con perle barocche. Da modelli più semplici e raffinati a quelli più estrosi, da orecchini di piccole dimensioni a quelli extra size che possono illuminare splendidamente ogni outfit. Indossare orecchini con perle barocche scaramazze può rivelarsi la scelta giusta in molteplici occasioni, da quelle più quotidiane e casual a quelle più mondane e che richiedono massima eleganza.

Anelli con perle barocche

Nuovo grande classico dello stile contemporaneo, l'anello con perla barocca è una scelta sempre azzeccata. Grande , molto grande o più piccolo questo accessorio piace davvero a tutti per il giusto equilibrio tra la lucente semplicità propria della perla e la personalità tipica della perla barocca scaramazza. Tradizionalmente montato in oro bianco oppure argento rodiato sempre più spesso si fanno largo creazioni che sposano l'abbinamneto con oro giallo ovvero argento dorato al fine di esaltare il contrasto. Diamanti, pietre preziose e sempreziose, corallo, zirconi sono perfetti per impreziosire fantastici orecchini con perle barocche scaramazze.

Perle barocche con cammei

Uno degli abbinamenti che si fa sempre più strada, riscuotendo grandi successi è quello tra le perle barocche scaramazze ed i cammei di Torre del Greco. Tra di loro c'è un feeling speciale che rende le creazioni un perfetto gioco di contrasti e di bellezza artigianale. Le perle riescono a donare luce naturale ai cammei ricevendone prezioso prestigio artigianale. Orecchini, collane con cammei e perle barocche, bracciali, fili di perline irregolari con centrali di cammeo: un mondo da scoprire ed un modo alternativo di vivere, indossandola, la magia delle perle.

Se desideri indossare gioielli autentici di grande personalità, se ami distinguerti scegliendo gioielli artigianali realmente unici, se ti piace giocare con le asimmetrie e credi fortemente che esse diano una marcia in più allo stile, se ti colpisce la lucentezza naturale, le perle barocche scaramazze rappresentano una scelta perfetta. Sempre alla moda, le perle barocche scaramazze incarnano il fascino dell'imperfezione che esalta la personalità, un modo di indossare i gioielli individuale e libero dagli schemi.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *